La tavola sta per essere apparecchiata, le pentole sono al lavoro, si preparano le bottiglie di spumante perché…il cenone di capodanno sta per avere inizio! Il 2013 se ne va via e, se devo essere sincera, sono felice. Questo per me è stato un anno particolare, fatto di cadute in basso e risalite verso nuove mete; ho vissuto momenti tristi e quelli veramente lieti sono stati pochi. Ho abbandonato una strada che pensavo fosse quella giusta e mi sono ritrovata smarrita, persa, senza più nessuna certezza. Ma in realtà una certezza c’era, solo che l’avevo sempre posta da parte. Quando finalmente l’ho ripescata, ho trovato la motivazione e, adesso, sono più sicura di me, delle mie capacità, dei miei sogni. Diciamo che, da questo punto di vista, il 2013 mi ha insegnato che nella vita bisogna fare quello che piace, altrimenti si rimane privi di un obiettivo e svuotati dentro. Ancora non so esattamente quale sarà il mio futuro, ma so per certo che ciò che sto facendo ora mi piace, mi appaga, mi rende felice. Adesso mi aggrappo al presente, al domani ci si penserà poi.

So che questo è un blog di cucina e che argomenti del genere non vi dovrebbero entrare, ma insomma, è il 31 dicembre, una giornata in cui si ripensa a tutti i 365 giorni passati. 365 giorni che possono trovare posto anche in uno spazio diverso dal solito. E poi, questo blog, anche se riguarda la cucina, parla di me. Nelle mie ricette ci sono io, Rachele, una ragazza di 20 anni con tanti sogni, aspirazioni e desideri che un giorno spera si realizzino. Beh, dai, mi accontento anche di due o tre.

In questo nuovo anno che viene vi allieterò con tante belle ricette! Non vedo l’ora di continuare a scrivere dei miei piatti. Proprio loro sono una delle cose che mi soddisfano, mi mettono il sorriso e che nel 2014, di certo, non mi abbandoneranno.

Buon anno, cari followers, e buon appetito da My Mad Cooking Diary!

Annunci