L’alimento che mangio di più in assoluto durante la settimana è il pollo. Premetto che io odio la carne rossa ed è ormai appurato da anni, visto che già da neonata, se mia madre mi dava l’omogeneizzato di carne, io lo capivo subito e lo sputavo (sì, già a una così tenera età avevo capito cosa mi piaceva e cosa mi faceva schifo). Dunque, il pollo è il sostituto per eccellenza e lo mangio spesso non solo per questo, ma anche perché, differentemente dalla carne, è più sano. Ma, a dire la verità, i soliti petti di pollo o le cotolette impanate (rigorosamente cotte al forno) a volte mi escono fuori dagli occhi, per cui, quando posso cerco di sperimentare nuovi piatti anti-noia, come quello che ho preparato oggi: spinacine di pollo light. Light, perché a casa mia è vietata la frittura ed è come se sopra i fornelli ci fosse affisso un cartello che dice “NO FRY HERE”. Quindi, se pensavate di poter deliziare il vostro olfatto con il denso e magico odore di olio fritto, beh, potete anche cercare un’altra ricetta.

Ingredienti:

  • 300 g di petto di pollo
  • 300 g di spinaci congelati
  • olio
  • limone
  • sale
  • pangrattato
  • parmigiano reggiano

A me non piace per niente l’odore, per non chiamarla puzza, del pollo crudo, quindi, prima di iniziare la preparazione, lo marino una mezz’oretta nel succo di limone. Scongelate gli spinaci (o se li avete freschi, cuoceteli), salateli e poneteli dentro il mixer. Una volta marinato il pollo, tagliatelo a pezzetti e aggiungetelo agli spinaci. Condite il tutto con un filo d’olio e date una bella mixata. Quando il composto sarà ben amalgamato, modellatelo dandogli la forma di cotolette e intingetele nel misto di parmigiano e pangrattato. So che molti di voi, leggendo questo passaggio, si staranno chiedendo “e l’uovo?”. Ecco, io non uso mai l’uovo per impanare, ma solo l’olio e so che facendo così infrango una delle principali regole in cucina, ma proprio non mi piace l’impanatura che si crea usando le uova. Ma se a voi piace e siete abituati ad usarle, come io sono abituata ad evitarle manco fossero acido, allora impanate come avete sempre fatto! Cuocete in forno a 180° per 30 minuti.

Ecco il mio esperimento:

Immagine

Beh, come prima volta è andata benino! Buon appetito!

Annunci